Legalità e trasparenza

Nel 2013 è stato rilasciato dall’Autorità Garante della Concorrenza del Mercato (Antitrust) il “Rating di Legalità”, introdotto con il decreto “Cresci Italia” (art. 5- ter, dl n. 1/2012, convertito, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, legge 24 marzo 2012, n. 27).

 

Per l’ottenimento del Rating è necessario che nei confronti dell’impresa, dei propri amministratori, dei direttori, del rappresentante legale nonché dei soci persone fisiche titolari di partecipazione di maggioranza, anche relativa, non siano state adottate misure di prevenzione e cautelari e non sia stata pronunciata sentenza di condanna per i reati di cui al decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231, per i reati tributari, antitrust, tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

 

Il Rating di Legalità, inoltre, non può essere rilasciato alle imprese destinatarie di comunicazioni o informazioni antimafia interdittive. L’impresa deve impegnarsi al rispetto dei contenuti del Protocollo di legalità sottoscritto dal Ministero dell’Interno e da Confindustria in data 10 maggio 2010, utilizzare sistemi di tracciabilità dei pagamenti anche per somme di importi inferiori rispetto a quelli fissati dalla legge, avere un sistema organizzativo conforme alla L.231/2001.

 

Rating di legalità

Board

Chiara Fogliani

Presidente – A.D. e
Legale Rappresentante

Rodolfo Chiriaco

Consigliere Delegato

Paolo De Leonardis

Consigliere Delegato e
Legale Rappresentante

Edoardo Pernigotti

Consigliere Delegato