Dicono di noi

Si rafforza la rete del welfare, grazie alle Pmi

Si rafforza la rete del welfare, anche grazie alle Pmi. I dati del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali elaborati da Welfare Company.

 

Si rafforza il welfare sul territorio, grazie alla contrattazione territoriale e all’accordo quadro sottoscritto da Confindustria e sindacati a luglio 2016.

“Grazie a questo accordo anche le pmi sprovviste di accordi sindacali specifici hanno potuto usufruire delle agevolazioni fiscali sui premi”. Ad affermarlo è Chiara Fogliani, CEO di Welfare Company e presidente di WelfareImpresa. “Si è trattato di un primo passo importante di collaborazione e di dialogo su questi temi fra Confindustria e sindacato. Il Patto della Fabbrica siglato di recente va nella stessa direzione”

Secondo i dati del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, il numero di contratti territoriali va pari passo con il numero di aziende presenti sul territorio. In testa: Lombardia (308), Veneto (296), Toscana (211), Emilia-Romagna (185). Ultime la Valle d’Aosta (un contratto solamente) e Molise e Abruzzo (2). Le regioni che hanno siglato più intese sono anche quelle in cui si trova la concentrazione più elevata di piccole e medie imprese.

Scarica allegato